• Ivano Francavilla

Leonardo da Vinci al Louvre per il cinquecentenario della morte dell'artista




La grande esposizione intitolata semplicemente "Léonard de Vinci” si è tenuta al Louvre dal 24 ottobre al 24 febbraio 2020 ed è stata allestita nella Sala Napoleone.


Oltre alla "Gioconda", per l'occasione esposta in una sala esposta in una sala rinnovata con le pareti di colore blu di Prussia, sarà possibile vedere gli altri quattro dipinti leonardiani posseduti dal museo parigino (la "Belle Ferronnière", la "Vergine delle Rocce", la "Sant'Anna" e il "San Giovanni Battista") e i 22 disegni del genio presenti nella sua collezione permanente.


Nella mostra sono state esposte 180 opere - tra dipinti, disegni, manoscritti, sculture e altri oggetti - prestati da alcune delle più prestigiose istituzioni europee e americane come la Royal Collection di Windsor, il British Museum di Londra, la National Gallery di Londra, i Musei Vaticani (San Girolamo di Leonardo), il Metropolitan Museum di New York e l'Institut de France di Parigi.


Dall'Italia i delicati disegni dell'Uomo Vitruviano di Leonardo e lo studio di Sant’Anna, la Vergine e il Bambino in prestito dalle Gallerie dell'Accademia di Venezia.


Secondo il Louvre, si tratta di "una retrospettiva senza precedenti della carriera pittorica di Leonardo, che illustra come l'artista abbia dato massima importanza alla pittura e come la sua indagine sul mondo, che ha definito 'la scienza della pittura', fosse lo strumento della sua arte, cercando addirittura di dare vita ai suoi dipinti”.


La mostra è il punto di arrivo di oltre dieci anni di lavoro, in particolare includendo i nuovi esami scientifici sui dipinti del Louvre e il trattamento conservativo di tre di essi, consentendo una migliore comprensione della pratica artistica e della tecnica pittorica dell'artista-scienziato.


L’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci rappresenta l'equilibrio armonioso dell'uomo tra cielo e terra


Direttori dell'imponente rassegna sono Vincent Delieuvin e Louis Frank.


A noi il prestigioso incarico di progettare e costruire i climaframe modello CristalBox HI-protection per il trasporto e l’esposizione dei disegni "L’uomo Vitruviano” e “Lo studio di Sant’Anna, la Vergine e il Bambino”.




La tecnologia:

Espositore museale climatizzato a doppia camera, composto da due elementi climaframe ad alta protezione meccanica e stabilità igrometrica.

In fase d’esposizione l’elemento CRISTALBOX HC (handy-carry) ultrasottile si inserisce a slitta nel CRISTALBOX EXPO ignifugo per esposizione a parete.




La vetrina è caratterizzata da un elevato indice di sicurezza, garantivo da ben 10 test di simulazione effettuati prima della fabbricazione del modello finale.

Il CRISTALBOX Hi-Protection è composto da due elementi che viaggiano separatamente che in fase di allestimento diventano un pezzo unico in cornice.


- CRISTALBOX HC (hand-carry) espositore climatizzato UR%, ultrasottile e leggerissimo (spessore 4,2 cm ) da trasportare in valigia di sicurezza

- CRISTALBOX EXPO contenitore ignifugo climatizzato UR% da parete con cornice in legno.

- Estrema facilità di sostituzione dei sali stabilizzatori grazie all’accesso dal retro.

- Monitoraggio climatico per ciascuna teca, interno ed esterno (ambientale) anche da remoto

- Per il controllo dei LUX è stato installato sul bordo del passe-partout un mini sensore ad alta frequenza di rilevamento dei dati

- Assemblaggio ad incastro e viti in acciaio con assenza totale di colle.

- Vetri invisibili antiriflesso stratificati di sicurezza ne hanno garantito la perfetta visione dell’opera senza alcuna interferenza di colore.



Altri contributi;


https://www.youtube.com/watch?v=B5LastmwzGQ

https://www.rainews.it/archivio-rainews/media/parigi-louvre-uomo-vitruviano-Leonardo-abc220fe-a5a7-48bd-8e7e-1913d07d757c.html